Argomenti
Strutture
Come arrivare
Cerca nel sito
SpotlightIniziative fondazione Michel de Montaigne

Alcune iniziative della Fondazione Michel de Montaigne
*****
Come nel 2008, la Fondazione Michel de Montaigne intende organizzare per il corrente anno almeno un Convegno  relativo a importanti personaggi della cultura europea che nel passato hanno frequentato Bagni di Lucca.
Quest’anno si è ritenuto doveroso rendere Omaggio a Michel de Montaigne, il grande pensatore francese che nell’estate del 1581 soggiornò a lungo a Bagni di Lucca e al quale è stata intitolata la  Fondazione.
Sono stati già presi contatti con eminenti studiosi italiani e francesi che hanno dichiarato il loro interesse a prendere parte al Convegno. Fra questi segnaliamo il Prof. Philippe Desan , Docente presso The University of Chicago Center in Parigi e Presidente della Società Internazionale Amici di Montaigne; il Prof. Giovanni Dodoli, Prof. Ordinario di Letteratura Francese e studioso in particolare del viaggio in Italia nel ‘500; la Prof.ssa Concetta Cavallini docente di Lingue e Letteratura Francese alla Università di Bari; il Prof. Gino Fornaciari Docente di Storia della Medicina all’Università di Pisa; la Prof.ssa Alba Robbiati Castaldi, Docente e divulgatrice filosofica; il Prof. Lionello Sozzi, insigne francesista e Accademico dei Lincei; il Dott. Giovanni Vacchelli, studioso e collezionista di rare edizioni dell’opera di Montaigne; il Prof. Vittorio Landucci, cultore del pensiero del filosofo francese; il Dott. Massimo Betti presente al Convegno come conosciuto studioso di storia locale.
Il Convegno, che si svolgerà nelle mattinate di sabato 12 e domenica 13 settembre p.v. presso la Chiesa Inglese, sarà introdotto dal Prof. Jean Starobinski  che, ottantacinquenne, è uno dei grandi vecchi della cultura europea e intelligenza critica di sapere enciclopedico.
Gli insigni relatori affronteranno sostanzialmente due tematiche.
L’esperienza del viaggio di Montaigne in Italia, con particolare riguardo al suo lungo soggiorno al Bagno alla Villa.
Un’analisi degli Essais, Sua opera maggiore, come percorso nella condizione umana.
L’evento, di grande rilevanza storico culturale, che avrà certamente anche una significativa ricaduta in termini turistici e di immagine del territorio, ha fra i suoi numerosi patrocinatori anche il  Consolato Onorario Francese di Firenze e del relativo Istituto di Cultura. Si ricorda che il Consolato Francese è Socio Onorario della Fondazione.
Anche la Società Internazionale Amici di Montaigne (S.I.A.M.), con sede a Parigi, ha dimostrato grande interesse a collaborare e fino ad oggi molti studiosi italiani e stranieri hanno fatto sapere che parteciperanno al Convegno come auditori.
Per l’occasione la Fondazione ha pensato di dare alle stampe la parte del Viaggio in Italia relativa al soggiorno di Montaigne al Bagno alla Villa. L’iniziativa editoriale, cui collaborerà anche la Direzione della Sede Centrale dell’Istituto Storico Lucchese, è dedicata particolarmente agli abitanti di Bagni di Lucca che potranno leggere e conoscere non solo le particolari cure termali cui Montaigne si sottopose, ma anche venire a conoscenza del simpatico rapporto di amicizia che il grande francese seppe intrecciare con la popolazione locale.
Questa iniziativa editoriale è stata giudicata estremamente interessante da quanti conoscono e studiano il pensatore/viaggiatore francese.
Poiché Montaigne annota nel suo Diario che ” al 12 di settembre 1581 partimmo dei Bagni della Villa la mattina a bona ora…”, la Fondazione ha ritenuto di dover dedicarGli un ideale “Au revoir” (cioè un caloroso Arrivederci!), organizzando al Teatro Accademico, in collaborazione con la Fondazione “Festival Pucciniano”, per le ore 21,30 del 12 settembre, un particolare concerto lirico-strumentale.
*****
Ispirata in un certo senso al convegno/omaggio a Michel de Montaigne, è la gita turistica che la Fondazione ha in programma di organizzare per l’inizio del prossimo autunno, nel sud ovest della Francia, nel Périgord,  una regione tutta da scoprire, un po’ ai margini degli itinerari turistici tradizionali, ma terra unica, ricca di bellezze naturalistiche, di foreste, fiumi, grotte preistoriche, villaggi medievali, abbazie, giardini, città murate e castelli, fra cui quello che fu la residenza di Michel de Montaigne. Saranno visitate naturalmente alcune importanti città fra cui Millau, Rocamadour, Sarlat, Périgueux, Bordeaux, Tolosa, tutte ricche di storia, monumenti e tradizioni.
Il programma sarà portato a conoscenza non appena messo a punto.
*****
Altra iniziativa presa dal C.d.A. della Fondazione, che ha ascoltato in proposito anche il parere del suo Comitato Culturale, è l’organizzazione di un Cineclub da svolgersi a Ponte a Serraglio presso la Sala Parrocchiale, già Sala Ducci.
Il programma prevede la proiezione di 10 pellicole nel periodo ottobre 2009/marzo 2010, tutte attinenti ad una tematica generale:
La famiglia, il rapporto tra genitori e figli, tra coniugi e tra appartenenti a piccoli e grandi nuclei familiari. Il mondo dell’affettività in generale.
Scopo dell’iniziativa è quello di interessare e stimolare un pubblico eterogeneo alla riflessione e discussione su problematiche attuali e proprie del mondo familiare e specie giovanile.
L’iniziativa potrebbe anche agevolare un momento di aggregazione specie nelle tediose serate invernali trascorse, spesso, davanti ad un “vuoto” schermo televisivo.
La relativa programmazione è in fase di stesura, ma certamente le pellicole saranno tutte di ottimo valore con punte di eccellenza assoluta. Naturalmente, al momento della sua pubblicazione, saranno rese note  tutte le relative e necessarie informazioni.
*****
La Fondazione, autorizzata dal Comune di Bagni di Lucca, intende procedere al restauro delle originali panche che erano di arredo alla Chiesa Inglese, costruita nel 1842 per iniziativa dei coniugi Elizabeth ed Henry Stisted, fondatori della comunità inglese di Bagni di Lucca nella prima metà del sec. XIX.
Le panche in numero di circa 10, sono ora depositate in un magazzino comunale. Esse hanno elementi decorativi in stile gotico veneziano e il loro recupero avrebbe grande valenza storico-culturale.
Una volta restaurate esse torneranno ad arredare la Chiesa Inglese.
*****
Il C.d.A. della Fondazione ha deliberato di dar vita ad una Giornata del Laureato.
In tale occasione saranno invitati tutti i giovani residenti nel nostro Comune, che, a partire dall’anno 2009, hanno conseguito una diploma di Laurea sia triennale che quinquennale. Questa iniziativa intende offrire un riconoscimento a quei giovani che con sacrificio personale e familiare raggiungono il non facile traguardo della Laurea.

F.to La Presidenza della Fondazione Michel de Montaigne

Cerca struttura

Scegli la tipologia

Quante stelle?

Verifica disponibilità

RSS feed